10 semplici tecniche per risanare il tuo team

“Da soli possiamo fare così poco, insieme possiamo fare così tanto”

Keller

Il tuo team non risponde come vorresti? Hai paura che i tuoi collaboratori lavorino solo per lo stipendio e non si sentano parte dell’azienda?

Non riesci ad esporre a dovere degli obbiettivi sfidanti per il team perché credi che non riescano a portarli a termine?

Per paura di fallire porti a termine gli obbiettivi dei tuoi collaboratori e questo senso di fallimento ti ha fatto pensare più volte di abbandonare tutto?

Il problema è che il team è demotivato a tal punto da sentire un senso di fallimento che non ti permette di agire lucidamente come hai sempre fatto.

La soluzione è procedere con il piano di risanamento del team.

Di cosa parlo? Parlo di un piano che ti permette di trovare i punti dolenti e ripristinarli.
Infine, questo piano strategico puoi crearlo subito seguendo queste semplici mosse.

I 10 passi per risanare il team

 

#1 Conosci il team

Il primo passo da compiere è quello di conoscere il tuo team. Se non lo conosci come fai a poterlo risanare?

Un buon esercizio per poter conoscere il team è domandarti:Come si chiamano i membri del tuo team?

1. Quale mansione svolge ognuno di essi?
2. Quali sono i loro obbiettivi personali?
3. Vogliono crescere all’interno dell’azienda?
4. Quale mansione vorrebbero ottenere?
5. Quale fatturato vorrebbero raggiungere?
6. Hanno delle passioni? Quali?
7. Che cosa li motiva? Denaro? Riconoscimento? Tempo libero?

Tuttavia, per poter rispondere alle domande, osservali accuratamente e parla con loro sfruttando la comunicazione efficace e l’ascolto attivo.

#2 Obbiettivi

Il secondo passo è quello di impostare obbiettivi SMART.
Il team necessità di obbiettivi definiti a dovere con il metodo Smart, ossia obbiettivi specifici, misurabili, attuabili, realistici e temporalizzati.

Per imparare a confezionare dei buoni obbiettivi leggi l’articolo clicca qui

#3 Comunica Efficacemente

Il terzo passo è quello di parlare la stessa lingua di ogni tuo collaboratore.
Rivolgiti a loro come loro si rivolgono a te.
Individua i loro canali comunicativi, ossia se sono visivi, auditivi, o cinestetici. Puoi riconoscere i loro canali di comunicazione ascoltandoli con attenzione.

Se usano parole come “hai visto” , cioè utilizzano verbi che richiamano la vista, il loro canale è visivo; se usano verbi che richiamano l’udito, come “ho sentito” il loro canale è auditivo; i cinegetici invece utilizzano verbi che richiamano il tatto e le emozioni.

#4 Scegli il tuo stile

Il quarto passo è scoprire il tipo di leader di cui hanno bisogno i tuoi collaboratori. Leggi l’articolo sugli stili di comando del leader per capire quale stile utilizzare in base alle esigenze che si presentano, clicca qui.

Alcuni membri del team, hanno bisogno di avere un leader autoritario perchè per le loro capacità necessitano di un capo che gli dica che cosa devono fare. Altri membri del team, invece, hanno bisogno di un leader autorevole e sentirsi liberi di scegliere in che modo portare avanti un obbiettivo quando gli viene comunicato.

Riconosci il tipo di leader di cui ha bisogno ogni tuo singolo collaboratore.

#5 Elabora una strategia

Il quinto passo è quello di elaborare una strategia mirata per risanare il tuo team.
Crea una lista di cose da fare per i tuoi collaboratori e predisponila su un piano d’azione.

Questo ti aiuterà a portare a termine il tuo obbiettivo, ossia quello di far rifiorire il tuo team.

#6 Sii presente

Il sesto passo è quello di essere presente con i tuoi collaboratori. Fatti vedere e chiedi loro come procede. Se non hai possibilità di vederli perché troppo lontani, cerca di chiamarli spesso.

Loro si sentiranno sempre più parte dell’azienda, e più motivati nel portare a termine gli obbiettivi.

#7 Sii un esempio

Il settimo passo è di mostrare al tuo team che anche tu raggiungi obbiettivi sfidanti. In questo modo, i tuoi collaboratori ti vedranno come un leader forte e determinato, sarai il loro modello da imitare.

#8 Mostra come

L’ottavo passo è di mostrare ai tuoi collaboratori come hai raggiunto un obbiettivo. In questo modo ogni membro del team potrà duplicare la tua azione e raggiungerà più velocemente l’obbiettivo richiesto.

#9 Assegna compiti

Il nono passo è di assegnare dei compiti ai tuoi collaboratori che siano alla loro altezza.
Come puoi capire questo? Se hai superato il primo passo che ti ho esposto precedentemente, dovresti conoscere il tuo team ed essere in grado di assegnare dei compiti all’altezza di ciascuno.

#10 Insegna

Il decimo passo è di insegnare ai tuoi collaboratori le tecniche e tutti i meccanismi che ti permettono di raggiungere un obbiettivo, di negoziare, di investire, di aumentare il fatturato, di trovare nuovi clienti, di fidelizzare i clienti ecc…

Se hai delle strategie che ti hanno permesso nel tempo di ottenere ciò che hai, insegna ad ogni tuo collaboratore a fare lo stesso.

Un vero leader non ha paura che uno o più membri del team possano diventare più bravi e talentuosi di lui.

Inizia Oggi! Dai vita ai tuoi Sogni!

Contattami per maggiori informazioni, senza alcun impegno.