Ebbene, la scienza, la psicologia e la fisica quantistica confermano ciò che si pensava da tempo: Ascoltare le lamentele degli altri toglie energia dal proprio corpo e dalla propria mente.

Non mettetemi accanto a chi si lamenta senza mai alzare lo sguardo, a chi non sa dire grazie, a chi non sa più accorgersi di un tramonto. Chiudo gli occhi. Mi scosto di un passo. Sono altro, sono altrove.
Alda Merini

Essere circondati da persone che si lamentano spesso si rischia che queste possono influire sullo stato d’animo e portarlo da positivo e solare a negativo.

Quando le persone iniziano a lamentarsi accade che sei talmente empatico da metterti nei loro panni e provare questa negatività anche tu.

Arrivi ad un punto dove non vorresti più ascoltare ma vieni pervaso da un senso di colpa che ti costringe a farlo.

Per approfondire l’argomento leggi l’articolo 👉 Come dire NO e non sentirsi in colpa

Le persone che si lamentano spesso, sono persone che vivono la vita come viene senza sforzarsi di cambiare nulla. Queste pensano che ogni cosa che accade nella loro vita è sempre colpa di qualcuno o di qualcosa e cadono purtroppo nel vittimismo.

Se ti ritrovi vittima di questo atteggiamento fa sì che queste persone non buttino la loro spazzatura nella tua mente.

Un ascolto costante di persone che si lamentano, possono perfino portare i neuroni a spegnersi.

Cosa puoi fare per evitare che questo atteggiamento influenzi la tua vita in modo negativo?

#1 – Consapevolezza

Per prima cosa prendi consapevolezza del fatto che quel tuo amico, parente, collega o chiunque sia, abbia questo atteggiamento lamentoso nei tuoi confronti.

Prendere consapevolezza ti aiuta ad identificare tutte quelle persone che si lamentano e che scaricano i loro problemi sugli altri.

 

#2 – Prendi le distanze

Quando hai capito ed identificato tutte le persone che si lamentano in modo eccessivo, prendi le distanze da queste.

Ciò non significa che dovrai eliminarle dalla tua vita. Quello che devi fare è prendere delle distanze emotive senza farti più prendere dall’empatia.

E’ un bene essere ematici perché l’empatia ci permette di metterci nei panni delle altre persone e provare le loro emozioni, ma in questo caso può essere un danno per te.

Metti uno schermo mentale tra te e la persona che sta parlando, anzi che si sta lamentando.

 

#3 – Fai notare l’atteggiamento

Le persone che si lamentano lo fanno spesso come degli automi. Non si rendono conto che trascorrono la maggior parte del tempo a lamentarsi proprio perché non hanno visto le bellezze della loro vita dato che sono costantemente negative.

Puoi dire alla persona che si sta lamentano in continuazione e che ripete nei giorni sempre lo stesso atteggiamento:

“È da un pò che trascorri il tuo tempo a lamentarti con me, ora perché non inizi a parlarmi di tutte le cose belle che riempiono la tua vita?”

Nel sentire questa frase, la persona di fronte a te, inizierà ad assumere un comportamento diverso. Sia perché si è accorta che le vostre non erano conversazioni ma una cascata di lamentele, sia perché si è resa conto che in tutto quel tempo ha avuto la testa invasa da un vortice di negatività.

Questo è il modo migliore per aiutare te dal sorbirti una valanga di lamentele e aiutare le persone che adottano sempre questo atteggiamento a liberarsene.

Leggi l’articolo 👉 Come riconoscere un manipolatore

Leggi l’articolo 👉 Come smascherare una persona bugiarda

Inizia Oggi! Dai vita ai tuoi Sogni!

Contattami per maggiori informazioni, senza alcun impegno.