Quando ci si ritrova di fronte ad una persona arrabbiata il proprio battito cardiaco aumenta e ci si spaventa. Per evitare di fuggire e lasciare la persona in preda all’ira si possono utilizzare 7 tecniche per poterla aiutare a calmarsi.

Ero arrabbiato con il mio amico. Glielo dissi e la rabbia finì. Ero arrabbiato con il nemico. Non ne parlai, e la rabbia aumentò.
William Blake

La rabbia come la gioia porta con se delle forti emozioni.

La prima però riempie di emozioni negative che nel momento in cui avvengono fanno perdere la ragione.

Arrabbiarsi è umano però questa intensa emozione va saputa controllare.

Ma cosa accade nel momento in cui ci troviamo di fronte ad una persona arrabbiata?

Cosa puoi fare e come puoi aiutarla a calmarsi?

Quando ci si ritrova davanti a delle persone con dei forti attacchi di ira è importante cerare di capire cosa fare, sia per il proprio bene sia per il bene altrui.

Nel momento in cui una persona o più persone sono arrabbiate, non sono in grado di agire lucidamente ma ogni loro azione è dettata dall’emozione.

7 mosse per aiutare una persona a placare l’ira

#1 

La prima cosa da fare quando una persona è arrabbiata è cercare di capire qual è la radice del problema.

Perché è arrabbiata? Con chi è arrabbiata?

Se la causa della sua ira sei tu, cerca di prenderti le tue responsabilità, ammetti con tutta sincerità i tuoi errori e motivali.

Nel momento in cui dirai le tue motivazioni sarà più semplice per l’altra persona potersi calmare.

Se invece il problema non sei tu ma altri, cerca di capire cosa è successo e che cosa ha portato la persona a questa esplosione di ira.

#2

Quando una persona sfoga la sua rabbia non utilizza un tono di voce normale e anche se in quel momento la causa della sua rabbia non sei tu, potrebbe prendersela con te.

In quel momento chi è davvero arrabbiato potrebbe prendersela con il mondo intero e tu che sei lì non devi cadere nella sua “trappola”. Questo significa che è facile farsi trascinare in queste situazioni.

Ciò che puoi fare è continuare ad assumere un atteggiamento tranquillo e disposto al dialogo e alla conversazione.

#3 

Quando le persone si arrabbiano assumono uno dei due tipici atteggiamenti:

  • Parlano e chiacchierano furibonde
  • Si chiudono in se stesse e vogliono stare da sole

Cerca di capire i comportamenti della persona arrabbiata e assecondali.

Per fortuna non siamo tutti uguali, ci sono persone che hanno davvero necessità di sfogarsi e lo fanno parlando, anzi più precisamente lo fanno urlando.

Altre invece hanno bisogno di isolarsi e stare da sole per elaborare la propria rabbia.

#4 

Quando ci troviamo di fronte ad una persona arrabbiata è importante assumere un atteggiamento improntato all’ ascolto.

Infatti, quando si hanno degli scoppi di ira, si tende a sfogarsi verso qualcuno o qualcosa. Se la persona arrabbiata si trova di fronte una persona che ascolta e che sta spesso in silenzio, allora questa rabbia placherà piano piano.

Per migliorare il tuo ascolto leggi questo articolo 👉 Cosa è l’ascolto attivo e come ascoltare attivamente

#5

Una persona arrabbiata non è in grado di ragionare lucidamente, dunque non si attiva la parte logica del cervello, poiché la rabbia popola la sua sfera emozionale.

Dopo che hai ascoltato il tuo interlocutore arrabbiato e preso le opportune informazioni, inizia a fargli delle domande.

Le domande lo porteranno a ragionare e il ragionamento lo allontanerà pian piano dall’emozione negativa.

#6

Esistono delle azioni che possono disturbare e alimentare ancor di più la rabbia di qualcuno. 

Quello che non devi assolutamente fare è :

  • Non giudicare: immagina di trovarti tu nella sua situazione, ti piacerebbe se ti giudicassero? Metti da parte i giudizi nei suoi confronti e mostrati aperto e disponibile per aiutarlo.
  • Non alzare la voce: quando una persona è arrabbiata nella maggior parte dei casi inizia ad urlare. Se dovessi urlare anche tu allora è come se mettessi benzina sul fuoco. Cerca di utilizzare un tono di voce molto più basso del suo, in questo modo spingi l’altra persona ad abbassare il volume della sua voce per sentire il tuo.
  • Non dare ordini: spesso quando ci si ritrova di fronte ad una o più persone arrabbiate d’istinto gli diciamo “calmati adesso, non arrabbiarti” , ecco, frasi di questo tipo alimentano fortemente l’ira. Infatti, chi è furibondo non tollera gli ordini.

#7 

Ora che hai capito il tuo interlocutore arrabbiato, conosci i motivi, lo hai ascoltato, lo hai aiutato a calmarsi grazie al tuo atteggiamento, è probabile che ti si accendano delle lampadine con delle soluzioni che possono risolvere l’accaduto.

Spesso le persone furibonde non riescono a trovare delle soluzioni perché non riescono a ragionare lucidamente. In quel caso, quando ti senti pronto blocca la persona fornendo le tue soluzioni. Portare la persona incavolata a discuterne placherà l’ira immediatamente.

Se invece la rabbia giunge dentro di te leggi questo articolo 👉 Cosa è la rabbia e come imparare a gestirla

 

 

Inizia Oggi! Dai vita ai tuoi Sogni!

Contattami per maggiori informazioni, senza alcun impegno.